pillole quotidiane: la positività porta positività

Stamattina mentre ero al supermercato, sono entrato nel reparto macelleria e da quando sono entrato a quando sono uscito ho visto i commessi chiamare i numeri e tagliare le carni con mani veloci e dinamiche e con un sorriso a 32 denti stampato in viso.

Sorridevano di continuo e scherzavano con i clienti rivolgendo loro battute scherzose ed affettuose. L’atmosfera che si respirava in quel luogo era assolutamente luminosa e fantastica e sia io sia il resto di tutti coloro che stavano all’interno di quel reparto avevano plasmato ed espanso come una sorta d’energia spirituale luminosissima che ti riscalda il petto come se al suo interno si espandesse piano piano un sole accecante e caldo.

Non era la prima volta che mi capitava. Io mi ritengo una persona decisamente empatica e sensibile e mi capita talvolta di entrare in case e negozi in cui mi sento assolutamente come a casa ed in cui mi viene fuori un sorriso spontaneo, ed altri posti invece dove mi sento subito a disagio, in imbarazzo e dove proprio non riesco a sorridere.

Non si tratta del fatto di aver rivolto parole o sguardi che mi hanno fatto sentire bene o male ma di una sensazione di luminosità o ombra che ho avvertito subito dopo essere entrato … come se le pareti stesse e qualsiasi cosa animata o inanimata lì dentro traspirasse una serie di emozioni. Vi è mai capitato?

 

Credo che questo sia dovuto ad un solo grande fattore insito nelle persone ..

LA POSITIVITA’.

E’ chiaro che ognuno di noi nel quotidiano (in famiglia, a scuola, sul lavoro, etc) affronta situazioni difficili, complicate o drammatiche e questo ha ovviamente una ripercussione nel nostro insieme psico-fisico e non possiamo di certo dire che le cose vadano bene al 100% .. ma credo che cercare di risolvere i problemi e vivere in armonia con se stessi e con il mondo è molto meglio che buttarsi giù e lasciarsi trascinare nel baratro di un burrone perché “tanto non c’è più niente da fare”.

Credo che dobbiamo pensare noi stessi non come isole a parte ma come penisole.

Se stiamo male e smettiamo di lottare .. non affondiamo da soli ma ci trasciniamo sul fondo la nostra famiglia ed i nostri amici che, di conseguenza, si sentiranno maggiormente in colpa nel non riuscire a capire come aiutarci e come risolvere un qualsiasi problema. Vale a dire che l’energia negativa come in un’onda d’urto ha trascinato altri nella negatività. Stessa cosa, all’opposto, può fare l’energia positiva. Affrontare con energia e positività i problemi dà la forza di risolverli e di ritrovare la felicità sia agli altri sia specialmente a noi.

E voi che ne pensate maystini?? Fatemelo sapere con un commento qui o sui social!

Un Abbraccio!! ^^ 🙂

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest